playoff 2017

Le franchigie in cui non militano i nostri giocatori.
black panther
Superstar NBA
Messaggi: 603
Iscritto il: 01/12/2013, 2:15

Re: playoff 2017

Messaggioda black panther » 10/06/2017, 18:14

Jeeves ha scritto:
PolBodetto ha scritto:Mamma mia, sembra un All Star GAme..
Davvero triste, soprattutto confronatdolo ad esempio con le finali 2005, con i Pistons tenuti a mi pare 85 punti di media a partita..
Bisogna davvero cmabiare qualcosa, allontanare la linea dei tre punti, smetterla di fischiare i sospiri..
Questo non é piú basket, é tiro al piccione!


In gara 3 Irving, senza piccioni perchè ha tirato 0 su 7 dall'arco, ne ha fatti 38.
Non è che mi state diventando un po' troppo unavoltisti...
Il fatto è che il gioco è cambiato. Ci sono giocatori che una volta, semplicemente, non esistevano (Lebron). Gente che tira da nove metri con una velocità pazzesca (Curry). Giocatori di 2.10 che possono fare qualunque cosa (Durant). Il concetto di difesa non può più essere lo stesso di un tempo.
Certo, può anche non piacere.
E' come è successo nel tennis, quando alcuni giocatori hanno iniziato a servire a 200 kmh e alcune partite si risolvevano in un bombardamento senza scambi.
Per fortuna poi ci sono i Federer e i Wawrinka


esatto, il punto è che il gioco è cambiato in modo irreversibile, come si fa a paragonare la velocità di esecuzione, le spaziature di oggi con quella degli anni '90? inutili i paragoni anche solo con 10-15 anni fa, o quegli stucchevoli giochini fra squadre di epoche diverse fra chi è più forte...

a me -insultatemi pure- queste finals non sono affatto dispiaciute, tutt'altro, c'è un tasso tecnico spaventoso, GS gioca a occhi chiusi, non è il mio tipo di gioco preferito, ma se hanno 3/5 del quintetto che possono metterla da 8-9 metri in transizione è giusto che sfruttino queste caratteristiche a discapito del bel gioco... e comunque preferisco GS a una Cleveland che vive di giocate di pura forza e abilità di Lebron e Irving...
avevo pronosticato un 4-2 GS, ma spero che la chiudano alla prossima.

Avatar utente
PolBodetto
Superstar NBA
Messaggi: 676
Iscritto il: 21/11/2014, 12:42
NBA Team: Spurs
Località: Karlsruhe, Germania, Europa

Re: playoff 2017

Messaggioda PolBodetto » 10/06/2017, 18:22

Beh guardare indeitro é sempre segno che is invecchia, e effettivamente il gioco é cambiato moltissimo e bisogna prenderne atto.
É altrettanto vero che quello che i vari Curry, Durant etc, per non parlare di LBJ, é da extraterrestri, insomma c'è poco da fare, adattarsi od estinguersi - o smettere di seguire la NBA, c'è sempre la Euroleague dove 90 punti fanno ancora notizia, per non parlare del Belpaese..
Comunque io continuo a pensare che il metro arbitrale é troppo stretto, non dico di lasciar menare ma fischiare meno sí..
Temo molto che se Manu smette questo sará il mio ultimo anno di NBA, ormai non m'é rimasto piú enssuno per cui tifare.. A parte Phila che mi piace u sacc ma é un tormento da seguire .. :azz:
Ama, e fa ciò che vuoi

Avatar utente
fagiu
Pagliaccio psicotico
Messaggi: 5557
Iscritto il: 17/03/2007, 13:23
Località: Serenissima Repubblica di Venezia

Re: playoff 2017

Messaggioda fagiu » 11/06/2017, 1:17

wisconsin ha scritto:68 a 86 all'intervallo ... andate a cagare tutti quanti, da Silver all'ultimo dei panchinari della D-League!


Questo, anche in risposta a quelli che apprezzano 'sto "spettacolo"

Jeeves ha scritto:Non è che mi state diventando un po' troppo unavoltisti...
Il fatto è che il gioco è cambiato. Ci sono giocatori che una volta, semplicemente, non esistevano (Lebron).


Singolare, prego: c'è solo LeBron. Il quale, con tutta la sua onnipotenza, non avrebbe mai vinto una serie competitiva contro chi dico io.

Jeeves ha scritto:Gente che tira da nove metri con una velocità pazzesca (Curry). Giocatori di 2.10 che possono fare qualunque cosa (Durant).


Piccoli tiratori svelti e lunghi versatili... Cose mai viste anche queste? Mah

black panther ha scritto:a me -insultatemi pure- queste finals non sono affatto dispiaciute, tutt'altro


Appassionanti, guarda

Jeeves
Superstar NBA
Messaggi: 907
Iscritto il: 21/10/2010, 9:22

Re: playoff 2017

Messaggioda Jeeves » 11/06/2017, 17:32

fagiu ha scritto:
Jeeves ha scritto:Gente che tira da nove metri con una velocità pazzesca (Curry). Giocatori di 2.10 che possono fare qualunque cosa (Durant).

Piccoli tiratori svelti e lunghi versatili... Cose mai viste anche queste? Mah


Curry "piccolo tiratore svelto"?
Durant "lungo versatile"?
Allora propongo: Irving "onesta manovalanza che ogni tanto qualche canestro te lo mette..." :lol:
Vabbè, chiudiamo il negozio e andiamo a casa...
RESISTENZA BELINELLI N. 15

Ziolepr8
Leader della squadra
Messaggi: 391
Iscritto il: 16/12/2011, 10:16

Re: playoff 2017

Messaggioda Ziolepr8 » 12/06/2017, 11:28

Non so chi sia, "chi dici tu", ma vorrei proprio vederla gente di 20 anni fa a marcare uno come lebron in penetrazione, o durant in mid range o curry a otto metri dal canestro. Per me manco li vedono.
Così come vorrei vedere scorer del passato affrontare le difese organizzate di oggi, che una volta erano una chimera (sostituite da più "romantici" mazzulamenti in 1vs1). In tutti gli sport i giocatori diventano mediamente più forti, sia atleticamente che tecnicamente, lo dicono i numeri e i fatti, e vale anche per il basket. Pensare che i TOP attuali non sarebbero stati almento ALTRETTANTO devastanti in altre epoche significa essere dei nostalgici, ma significa anche raccontarsi balle.

Ziolepr8
Leader della squadra
Messaggi: 391
Iscritto il: 16/12/2011, 10:16

Re: playoff 2017

Messaggioda Ziolepr8 » 12/06/2017, 11:33

wisconsin ha scritto:Un mio amico ha avuto un'idea brillante: il tiro da fuori vale 2 punti, quello da dentro vale 3. Allora vedi che ritornano i veri centri :banana:


i veri centri torneranno quando diventeranno abbastanza forti da poter rendere di più dei lunghi "spaziatori".
Questa impennata della qualità degli esterni alla lunga tirerà su il livello anche di chi non sa tirare.
PolBodetto ha scritto:Mamma mia, sembra un All Star GAme..
Davvero triste, soprattutto confronatdolo ad esempio con le finali 2005, con i Pistons tenuti a mi pare 85 punti di media a partita..
Bisogna davvero cmabiare qualcosa, allontanare la linea dei tre punti, smetterla di fischiare i sospiri..
Questo non é piú basket, é tiro al piccione!


non è tiro al piccione, è sempre basket, solo che offensivamente sono diventati mediamente fortissimi tutti quanti. Possiamo continuare a illuderci sui bei tempi andati, ma la verità è che la GS di oggi venti anni fa avrebbe preso qualche cazzotto in più in faccia ma ne avrebbe segnati 150 a partita quando andava male, altro che storie...

Avatar utente
mago romano
Most Valuable Player
Messaggi: 2230
Iscritto il: 07/03/2009, 5:09
NBA Team: il MAGO
Località: Venezia e Roma

Re: playoff 2017

Messaggioda mago romano » 12/06/2017, 15:24

Ziolepr8 ha scritto:
non è tiro al piccione, è sempre basket, solo che offensivamente sono diventati mediamente fortissimi tutti quanti. Possiamo continuare a illuderci sui bei tempi andati, ma la verità è che la GS di oggi venti anni fa avrebbe preso qualche cazzotto in più in faccia ma ne avrebbe segnati 150 a partita quando andava male, altro che storie...


Ma anche proprio NO.

NOSTALGICO? Di sicuro.

Se hai visto giocare, non su youtube, i Celtics di Bird, McHale, Parish, i Lakers di Jabbar e Magic. Chicago di Jordan, Kukoc e Pippen oppure Akeem, il giovane Duncan insieme a Robinson non puoi sostenere che questi ne farebbero 150 quando va male.

Faccio solo un esempio: prendi Jordan o Pippen e fagli marcare Durant oppure Curry. Crea una staffettina su Lebron (grandissimo) e poi vediamo. Green che gioca "sporco"? Dallo a Parish, Bird o McHale, andrebbe a piangere dagli arbitri. Oppure chiedi a Curry di contenereai Magic, che sarebbe ogni volta in pivot basso a prendere, a occhi chiusi, la palla etc etc

Morale: epoche diverse giochi diversi, atleti diversi, ma OGGI, anche fischi e metodi arbitrali ridicoli, da ginnastica ritmica e pivot pipponi come mai, ma proprio MAI nella storia.
"Tasi ti, che ti xe tanto testa de mona che tuti i mesi te perdi sangue del naso" Nereo Rocco

Avatar utente
wisconsin
Most Valuable Player
Messaggi: 2743
Iscritto il: 18/07/2010, 21:29
NBA Team: italiani + timberwolves
Località: Hudson, Wisconsin (fu Genova)

Re: playoff 2017

Messaggioda wisconsin » 12/06/2017, 15:40

Io faccio i paragoni con l'anno scorso, così evitiamo discorsi stucchevoli sul modo diverso di giocare nelle varie decadi.
https://en.m.wikipedia.org/wiki/2016_NBA_Finals
Metto il link così potete vedere i punteggi. La partita con più punti per una squadra fu gara 3 con 120 punti per Cleveland, seguita da un 115 e 112. Gara 7 finì 93-89, a dimostrazione che se si vuole difendere non ci sono Curry e Lebron che tengano.
La serie dell'anno scorso mi era piaciuta e non si videro certi punteggi all'intervallo. L'unica differenza (non piccola, sia chiaro) è la presenza in campo di Durant, ma qui sembra palese che il piano di battaglia sia segnare più dell'avversario anziché limitarlo.
"Rigore e' quando arbitro fischia!" Vujadin Boskov

MPM #9

Avatar utente
fagiu
Pagliaccio psicotico
Messaggi: 5557
Iscritto il: 17/03/2007, 13:23
Località: Serenissima Repubblica di Venezia

Re: playoff 2017

Messaggioda fagiu » 12/06/2017, 16:54

Jeeves ha scritto:
fagiu ha scritto:
Jeeves ha scritto:Gente che tira da nove metri con una velocità pazzesca (Curry). Giocatori di 2.10 che possono fare qualunque cosa (Durant).

Piccoli tiratori svelti e lunghi versatili... Cose mai viste anche queste? Mah


Curry "piccolo tiratore svelto"?
Durant "lungo versatile"?
Allora propongo: Irving "onesta manovalanza che ogni tanto qualche canestro te lo mette..." :lol:
Vabbè, chiudiamo il negozio e andiamo a casa...


Chiudi pure il negozio. Curry e Durant sono fortissimi, ma non certo "giocatori mai visti prima"


Ziolepr8 ha scritto:Non so chi sia, "chi dici tu", ma vorrei proprio vederla gente di 20 anni fa a marcare uno come lebron in penetrazione, o durant in mid range o curry a otto metri dal canestro. Per me manco li vedono.
Così come vorrei vedere scorer del passato affrontare le difese organizzate di oggi, che una volta erano una chimera (sostituite da più "romantici" mazzulamenti in 1vs1). In tutti gli sport i giocatori diventano mediamente più forti, sia atleticamente che tecnicamente, lo dicono i numeri e i fatti, e vale anche per il basket. Pensare che i TOP attuali non sarebbero stati almento ALTRETTANTO devastanti in altre epoche significa essere dei nostalgici, ma significa anche raccontarsi balle.


:lol:

Uno di quelli convinti che l'evoluzione della specie si percepisca di anno in anno, guardando dei video. Probabilmente pensi che un Carl Lewis ventenne, allenandosi con Bolt nel 2017, farebbe gli stessi tempi dell'1984, o viceversa. Ma per te vent'anni fa erano già tutti "Untermenschen", quindi...

1) LeBron, in generale, non è davvero marcabile, ma storicamente questo vale per parecchi fuoriclasse offensivi NBA. Magari chiediti come difenderebbe lui su certa gente e come vivrebbe la sfida, a livello mentale. E' uno che ha perso varie finali da netto favorito, se non te ne fossi accorto

2) le difese organizzate di oggi vs i mazzulamenti 1 vs 1 del passato... questa è una caricatura che si commenta da sola. In questi anni, non c'è stata nessuna rivoluzione tattica, mentre le modifiche al regolamento hanno privilegiato in maniera oscena l'attacco, sbilanciando rovinosamente il gioco. Gli scontri epici sono spariti, abbiamo il tiro al piccione e la gara a chi allinea più figurine di campioni in una sola squadra. C'è a chi piace e a chi non piace, diceva Totò

Avatar utente
PolBodetto
Superstar NBA
Messaggi: 676
Iscritto il: 21/11/2014, 12:42
NBA Team: Spurs
Località: Karlsruhe, Germania, Europa

Re: playoff 2017

Messaggioda PolBodetto » 12/06/2017, 22:19

Interessante discussione fra "nostalgici" e "futuristi", io tendenzialmente,e anche epr ragioni anagrafiche, tendo piú verso i primi, peró é sacrosanto quello che diceva Ziolepr8, in tutti gli sport si assiste a miglioramenti chiari in vent'anni, e Carl Lewis non riuscirebbe a tenere il passo di Bolt dopo i primi 20 metri...
D'altro canto, ci piaccia o meno é questa la tendenza generale dello sport, gli sportivi si allenano sempre piú, con metodologie sempre piú precise e maniacali, sul piano fisico poi non ne parliamo, ormai piú che sportivi sembrano cyborg costruiti arte - il che é un merito senza dubbio, ma per me allontana un pó l'uomo della strada dal campione.
Per fare un esempio cestistico: a me piacevano un sacco i tiratori filiformi tipo Moris Masetti o Forti di Livorno, gente che al giorno d'oggi verrebbe spazzata via al primo contatto, ma che per me che pesavo si è no 60 kg per 1.78 erano riferimenti precisi (a prescindere dal fatto che il mio stile di tiro ricorda molto JaValone McGee..)
Non c'é niente da fare, lo sport moderno ha perso la sua dimensione romantica (giá da un pó di tempo, a onor del vero..), ma non significa che sia peggiorato, né che il livello degli sportivi sia sceso
Per concludere, porpongo un interessante sondaggio: etá media dei "nostalgici"e dei ·futuristi", tra i primi io sono un '69, Wisco credo qualcosa in meno e Magoromano qualcosina in piú , dall'latro lato come siamo messi?
Almeno cosí ci passiamo il tempo fino al draft.. :alcool: :alcool:
Ama, e fa ciò che vuoi

Ziolepr8
Leader della squadra
Messaggi: 391
Iscritto il: 16/12/2011, 10:16

Re: playoff 2017

Messaggioda Ziolepr8 » 13/06/2017, 10:00

fagiu ha scritto:

Ziolepr8 ha scritto:Non so chi sia, "chi dici tu", ma vorrei proprio vederla gente di 20 anni fa a marcare uno come lebron in penetrazione, o durant in mid range o curry a otto metri dal canestro. Per me manco li vedono.
Così come vorrei vedere scorer del passato affrontare le difese organizzate di oggi, che una volta erano una chimera (sostituite da più "romantici" mazzulamenti in 1vs1). In tutti gli sport i giocatori diventano mediamente più forti, sia atleticamente che tecnicamente, lo dicono i numeri e i fatti, e vale anche per il basket. Pensare che i TOP attuali non sarebbero stati almento ALTRETTANTO devastanti in altre epoche significa essere dei nostalgici, ma significa anche raccontarsi balle.


:lol:

Uno di quelli convinti che l'evoluzione della specie si percepisca di anno in anno, guardando dei video. Probabilmente pensi che un Carl Lewis ventenne, allenandosi con Bolt nel 2017, farebbe gli stessi tempi dell'1984, o viceversa. Ma per te vent'anni fa erano già tutti "Untermenschen", quindi...

1) LeBron, in generale, non è davvero marcabile, ma storicamente questo vale per parecchi fuoriclasse offensivi NBA. Magari chiediti come difenderebbe lui su certa gente e come vivrebbe la sfida, a livello mentale. E' uno che ha perso varie finali da netto favorito, se non te ne fossi accorto

2) le difese organizzate di oggi vs i mazzulamenti 1 vs 1 del passato... questa è una caricatura che si commenta da sola. In questi anni, non c'è stata nessuna rivoluzione tattica, mentre le modifiche al regolamento hanno privilegiato in maniera oscena l'attacco, sbilanciando rovinosamente il gioco. Gli scontri epici sono spariti, abbiamo il tiro al piccione e la gara a chi allinea più figurine di campioni in una sola squadra. C'è a chi piace e a chi non piace, diceva Totò



"Uno di quelli" lo dici a tuo nonno, ti pregherei di non inventare le opinioni altrui e di limitarti a quello che ti si scrive in modo mi sembra abbastanza comprensibile.
I giocatori di oggi hanno a disposizione metodi di allenamento e di studio che prima non c'erano o non erano così evoluti. Si lavora con obiettivi diversi sia individuali che di squadra, esistono scouting report dettagliati e studi scientifici più avanzati.
Gli atleti di oggi sono oggettivamente migliori, mediamente, e l'atletica leggera lo dimostra, senza bisogno di ricorrere all'evoluzione della specie.
Che gli atleti di ieri con gli allenamenti di oggi sarebbero altrettanto bravi è probabile, ma è esattamente il punto che vale anche all'inverso, quindi sta fesseria che "una volta sì che erano forti" può essere riposta nel cassetto. Erano forti allora e lo sono altrettanto adesso, ma ora hanno anche mezzi in più. Presi in astratto, i giocatori di una volta a quelli di oggi fanno fatica a leggere la targa per n motivi, e diversi ex-giocatori non obnubilati dal proprio ego te lo confermerebbero.

Sulle difese, mi spiace ma a parte una certa cattiveria in più, a livello tattico trent'anni fa si era all'ABC. La difesa in transizione era una roba raccapricciante, la difesa in aiuto era spesso rivedibile e il gioco di attacco era molto più prevedibile e statico e di conseguenza le difese erano pensate per sistemi molto meno articolati. Basti pensare a quanto era più "chiuso" il campo visto che da tre si tirava pochissimo. Sempre presa in astratto, questa golden state teletrasportata in quel tempo avrebbe nuclearizzato gli avversari.

Ziolepr8
Leader della squadra
Messaggi: 391
Iscritto il: 16/12/2011, 10:16

Re: playoff 2017

Messaggioda Ziolepr8 » 13/06/2017, 10:09

mago romano ha scritto:
Ziolepr8 ha scritto:
non è tiro al piccione, è sempre basket, solo che offensivamente sono diventati mediamente fortissimi tutti quanti. Possiamo continuare a illuderci sui bei tempi andati, ma la verità è che la GS di oggi venti anni fa avrebbe preso qualche cazzotto in più in faccia ma ne avrebbe segnati 150 a partita quando andava male, altro che storie...


Ma anche proprio NO.

NOSTALGICO? Di sicuro.

Se hai visto giocare, non su youtube, i Celtics di Bird, McHale, Parish, i Lakers di Jabbar e Magic. Chicago di Jordan, Kukoc e Pippen oppure Akeem, il giovane Duncan insieme a Robinson non puoi sostenere che questi ne farebbero 150 quando va male.


posso e lo faccio, per il semplice motivo che quelle squadre non erano attrezzate per findere su un range di otto metri con aiuti costanti sul pnr, semplicemente perchè il basket era diverso.

Faccio solo un esempio: prendi Jordan o Pippen e fagli marcare Durant oppure Curry.


Eccero, ora siccome è jordan può marcare senza problemi uno che è più veloce , con ballhandling migliore, rilascio più veloce e range di otto metri e mezzo . Questo è l'essenza dell'essere nostaligici. Jordan contro Curry farebbe una fatica boia come fanno tutti.

Pippen su durant sarebbe più interessante, ma anche il contrario sarebbe interessante. Idem Lebron versus Jordan.

Oppure chiedi a Curry di contenereai Magic, che sarebbe ogni volta in pivot basso a prendere, a occhi chiusi, la palla etc etc


stralol. E il contrario allora? Non vale? ce lo vedi magic a marcare Curry? Ma dai....

pivot pipponi come mai, ma proprio MAI nella storia.


dipende dal fatto che ora abbiamo in piena maturità la prima generazione cresciuta col tiro da 3 completamente sdoganato (a proposito, immagino che nel passato fossero anche tiratori migliori, vero? Quando tiravano 3-4 volte da 3 a partita DI SQUADRA... ma se avessero voluto avrebbero fatto 15-30 no? E' che non volevano... :lol: ) e contemporaneamente il ritiro degli utlimi lunghi veramente dominanti. In questa fase un tiratore "medio" è più produttivo di un lungo non dominante.
Ma aspettiamo di vedere come continua a crescere Davis, come evolve Towns, cosa fa Embiid, o se Cousins metterà mai la testa a posto. Sempre che anche loro non siano tutti pipponi, nel qual caso alzo le mani.

Avatar utente
wisconsin
Most Valuable Player
Messaggi: 2743
Iscritto il: 18/07/2010, 21:29
NBA Team: italiani + timberwolves
Località: Hudson, Wisconsin (fu Genova)

Re: playoff 2017

Messaggioda wisconsin » 13/06/2017, 13:52

PolBodetto ha scritto:Interessante discussione fra "nostalgici" e "futuristi", io tendenzialmente,e anche epr ragioni anagrafiche, tendo piú verso i primi, peró é sacrosanto quello che diceva Ziolepr8, in tutti gli sport si assiste a miglioramenti chiari in vent'anni, e Carl Lewis non riuscirebbe a tenere il passo di Bolt dopo i primi 20 metri...
D'altro canto, ci piaccia o meno é questa la tendenza generale dello sport, gli sportivi si allenano sempre piú, con metodologie sempre piú precise e maniacali, sul piano fisico poi non ne parliamo, ormai piú che sportivi sembrano cyborg costruiti arte - il che é un merito senza dubbio, ma per me allontana un pó l'uomo della strada dal campione.
Per fare un esempio cestistico: a me piacevano un sacco i tiratori filiformi tipo Moris Masetti o Forti di Livorno, gente che al giorno d'oggi verrebbe spazzata via al primo contatto, ma che per me che pesavo si è no 60 kg per 1.78 erano riferimenti precisi (a prescindere dal fatto che il mio stile di tiro ricorda molto JaValone McGee..)
Non c'é niente da fare, lo sport moderno ha perso la sua dimensione romantica (giá da un pó di tempo, a onor del vero..), ma non significa che sia peggiorato, né che il livello degli sportivi sia sceso
Per concludere, porpongo un interessante sondaggio: etá media dei "nostalgici"e dei ·futuristi", tra i primi io sono un '69, Wisco credo qualcosa in meno e Magoromano qualcosina in piú , dall'latro lato come siamo messi?
Almeno cosí ci passiamo il tempo fino al draft.. :alcool: :alcool:


Io sono un '83. Giusto qualcosina in meno :lol:
Io detesto fare i paragoni tra giocatori presenti e passati. È come dire che Cesare avrebbe fatto il c..o a Napoleone in battaglia se Bonaparte avesse dovuto gestire pilum e gladio anziché cannoni e moschetti. Io mi riferisco solo alla intensità difensiva: non ho visto la partita ieri, ma hanno finito il terzo quarto intorno ai 75-80 punti se non erro: ecco, quello per me è un punteggio più consono ad una finale. Poi è finita di nuovo 120-129 e non so come, ma il mio punto è che se si vuole si può ancora limitare l'attacco al giorno d'oggi, perché se ci sono super atleti in attacco, ci sono attacco che in difesa. La vera nostalgia che ho sono certe regole. Non mi ricordo quanto tempo fa la NBA ha ufficialmente legalizzato il cambio di perno aprendo un vaso di Pandora; ora non chiamano più il palleggio accompagnato, hanno messo l'area di non sfondamento che punisce il difensore con un fallo personale (per me dovrebbe essere una non chiamata), hanno praticamente abolito i 3 secondi offensivi, premiano l'attaccante che entra nello spazio del difensore dopo la finta di tiro... insomma, hanno fatto di tutto per alzare i punteggi pensando di migliorare lo spettacolo adesso è troppo tardi per tornare indietro. L'altra Coosa che non mi piace è il gioco monodimensionale delle squadre: tutte a cercare il tiro da 3 invece di variare le soluzioni. SA 3 anni fa ha vinto facile perché faceva girare il pallone con una miriade di soluzioni e tante conclusioni vicine al canestro.
Per me un simbolo dei tempi he cambiano è il fallimento del triangolo in tempi recenti: Jackson ci ha vinto 10 anelli, ma adesso non funziona più come sistema offensivo per tutte le ragioni esposte in altri post
"Rigore e' quando arbitro fischia!" Vujadin Boskov

MPM #9

Avatar utente
PolBodetto
Superstar NBA
Messaggi: 676
Iscritto il: 21/11/2014, 12:42
NBA Team: Spurs
Località: Karlsruhe, Germania, Europa

Re: playoff 2017

Messaggioda PolBodetto » 13/06/2017, 16:00

Oops sorry Wisco, ti ho regalato qualche annetto... Ma la causa é la tua profonda competenza cestistica, improria di un ragazzino dell'83.. :roll: :roll:
Ama, e fa ciò che vuoi

Avatar utente
wisconsin
Most Valuable Player
Messaggi: 2743
Iscritto il: 18/07/2010, 21:29
NBA Team: italiani + timberwolves
Località: Hudson, Wisconsin (fu Genova)

Re: playoff 2017

Messaggioda wisconsin » 13/06/2017, 16:48

PolBodetto ha scritto:Oops sorry Wisco, ti ho regalato qualche annetto... Ma la causa é la tua profonda competenza cestistica, improria di un ragazzino dell'83.. :roll: :roll:

:lol2: Ti ringrazio per il complimento. Purtroppo la mia competenza cestistica e' molto limitata quando si parla del campionato nostrano. Genova e' un posto terribile per gli amanti della palla a spicchi (squadre scarsse, poco interesse, brutte giovanili) ed e' sempre stato difficile seguire la serie A. Il meglio fu durante "gli anni d'oro" con la partita in diretta la domenica sera su Rai 2, le finali sulla Rai, e Genova che per 3 anni di fila ospito' le final 4 di Supercoppa (prima) e finale secca (poi). Nei primi anni 2000 i fratelli Fertonani fecero di tutto per portare qui una squadra (ospitato l' ASG e il torneo pre-olimpico del 2004) ma non riuscirono a comprare i diritti di nessuna squadra cause poco interesse di altri sponsor e zero aiuto dall'amministrazione cittadina. Allora mi sono dovuto "accontentare" della NBA. Con l'avvento di internet ho potuto scegliere tra pornacci e pallacanestro: fortunatamente ho scelto quest''ultima :lol: e mi sono fatto una cultura del passato
"Rigore e' quando arbitro fischia!" Vujadin Boskov

MPM #9


Torna a “Altre squadre NBA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 1 ospite