una canzone al giorno

Qualunque cosa vi passi per la testa...
Avatar utente
wisconsin
Most Valuable Player
Messaggi: 2743
Iscritto il: 18/07/2010, 21:29
NBA Team: italiani + timberwolves
Località: Hudson, Wisconsin (fu Genova)

Re: una canzone al giorno

Messaggioda wisconsin » 22/04/2016, 18:12

Penso sia noto a tutti che è morto Prince. Non conoscevo molta della sua musica, tantomeno il personaggio, ma qui dalle mie parti è un'icona visto che è nato, cresciuto, asceso alla fama e (soprattutto) rimasto a vivere a Minneapolis.
Ho scoperto dalle radio locali che era un esploratore musicale con pochi eguali, oltre ad essere un gran musicista (parecchie canzoni sono suonate interamente da lui). Era capace di incidere e mixare un'intera canzone in 24 ore non stop, mentre a ritmi umani ci può volere anche una settimana (Bohemian Rhapsody ne a richieste 6). Apparentemente era una mente sempre in movimento. Non so come fosse la persona, aldilà della sua riservatezza. Ho scoperto che era nano forte (1,52 se non erro).
Io non ho memorie collegate alle sue canzoni visto che il suo periodo d'oro era quando io avevo tra i 3 e i 10 anni. Ho scoperto che ha scritto miriadi di canzoni per altri artisti (Nothing compare to you di Sinhead O'Connor per esempio).
Scherzando con i locali che commentavano sul decesso ho detto che tutti i buoni ci lasciano e rimarremo solo con Bieber :azz:
"Rigore e' quando arbitro fischia!" Vujadin Boskov

MPM #9

Avatar utente
wisconsin
Most Valuable Player
Messaggi: 2743
Iscritto il: 18/07/2010, 21:29
NBA Team: italiani + timberwolves
Località: Hudson, Wisconsin (fu Genova)

Re: una canzone al giorno

Messaggioda wisconsin » 30/05/2016, 21:47

mago romano, Tu mi citi I classici... come dimenticare "Papa nero", inno leghista :)

Io sono piu' per la musica folkoristica e tradizionale.
Sotto avrai un esempio di un canto originario delle distese del Wyoming dove I mandriani erano spesso incantati a guardare la luna. Un giorno qualcuno dedico all'astro un'ode titolata "The moon of the chicken".
Alpini del Sesto battaglion portarono la canzone in patria alla fine della seconda Guerra Mondiale e, dopo avere ri-arrangiato il canto per meglio adattarlo alle sonorita' tipiche del coro alpino (Coro SAT o Monte Bianco), decisero di tradurre le parole per facilitarne l'apprendimento. L'arduo compito fu affidato ad una recluta di Bassano del Grappa, che fece del suo meglio ma commise un fatale errore e confuse il termine "moon" con qualcosa di molto famigliare dale sue parti. Da allora il brano e' rimasto immutato.
https://youtu.be/WLQUkrsMcJw
"Rigore e' quando arbitro fischia!" Vujadin Boskov

MPM #9


Torna a “Di tutto un po'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti