Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Le franchigie in cui non militano i nostri giocatori.
Avatar utente
Mikele
Most Valuable Player
Messaggi: 2127
Iscritto il: 06/12/2013, 16:52
NBA Team: NY Knicks per ora

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda Mikele » 09/08/2015, 12:58

serpico ha scritto:Continuiamo con i paralleli senza senso, ora stai paragonando una squadra con LBJ che porta in finale qualsiasi cosa respiri, ai quei Chicago Bulls senza Rose.


No no no.
fermati
Non ho detto che "erano arrivati in finale"
Ho detto che due partite di finale LE HANNO VINTE !
Senza Irving e senza Love
L'anno scorso di partite di finale quante ne han vinte gli Heat? (e c'era qualcosa di meglio di "gente che respira a malapena"

E quante partite di finale ha vinto la squadra di brocchi (Cavs)alla prima finale? Zero
Dai, lo sai anche tu che i Warriors partivan favoriti già con l'assenza di Love

Quanto a Bulls/Phila
Dio santo, son riusciti a perdere con una squadra che aveva hawes al centro e Brand (finito da tempo) come PF !!
La vuoi buttare sui lunghi visto che hai un vantaggio assurdo ? Se sei un coach con un neurone sì
Hai bisogno di tiro? Cavolo, hai Korver, usalo qualcosina di più


Mi parli di una serie persa per colpa di Thib e Rose contro degli Heat, che erano chiaramente più forti.


Non erano chiaramente più forti, manco per il cavolo
Avrebbero potuto giocarsela, spazzati via
Sbaglio o poi le Finals le han perse comunque?

Mi dici che è senza discussione una serie in cui i Cavs erano sotto 2-1 e pari fino a 1 secondo dal termine di gara 4 (poi è arrivato, al solito, LBJ).


Per chi l'ha guardata sì
E cmq vai a lamentarti del fatto che abbia messo un tiro dopo che ne ha sbagliati VENTI????

E non sei stato chiaramente capace di trovare più di una manciata di allenatori migliori di Thib, nonostante le sparate su Binge Don Nelson e perdenti vari (al solito, ti avventuri, senza basi, in discorsi temerari).


Il listone lo ha fatto Skip
Io ho aggiunto qualcosina
Ma 4-5 di quelli sono 3 giri davanti a Thib

Continua così, 1vs.1 a oltranza. Benissimo.


Figurati, io martedì sono a fare immersioni
Ho un ottimo plus/minus sott'acqua
16.2.2014
viewtopic.php?f=16&t=2578&start=1605
Mikele ha scritto:Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare
E Belinelli smette



Resistenza Azzurra #1

Avatar utente
mighty
the mirror climber
Messaggi: 5522
Iscritto il: 11/11/2007, 0:17

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda mighty » 09/08/2015, 13:40

skip to my lou ha scritto:comunque hoiberg e kerr e mitchell e triano e shaw e fisher e byron scott


5 anelli, 1 oro mondile e 4 anni da Presidente dei Suns per Kerr

3 anelli, 1 COY, 2 volte head coach ALL STAR GAME per Scott

Insomma, due tipi qualunque....
"In da hood non ne esci vivo" (cit.)

Avatar utente
Mikele
Most Valuable Player
Messaggi: 2127
Iscritto il: 06/12/2013, 16:52
NBA Team: NY Knicks per ora

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda Mikele » 09/08/2015, 14:34

mighty ha scritto:
skip to my lou ha scritto:comunque hoiberg e kerr e mitchell e triano e shaw e fisher e byron scott


5 anelli, 1 oro mondile e 4 anni da Presidente dei Suns per Kerr

3 anelli, 1 COY, 2 volte head coach ALL STAR GAME per Scott

Insomma, due tipi qualunque....



18 ori fra mondiali ed europei
Però io Tania Cagnotto in panchina non ce la vedo
E questo per quel che riguarda un eventuale paragone con Kerr (bravissimo a fare altre cose, non si capisce cosa c'entri l'allenare)

Per quel che riguarda Scott.
COY lo è stato pure Mitchell mi pare (sappiam quel che vale e non a caso è tuttora senza panca)
16.2.2014
viewtopic.php?f=16&t=2578&start=1605
Mikele ha scritto:Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare
E Belinelli smette



Resistenza Azzurra #1

skip to my lou
All Star Game
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/12/2008, 20:02

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda skip to my lou » 09/08/2015, 14:39

mighty ha scritto:
skip to my lou ha scritto:comunque hoiberg e kerr e mitchell e triano e shaw e fisher e byron scott


5 anelli, 1 oro mondile e 4 anni da Presidente dei Suns per Kerr

3 anelli, 1 COY, 2 volte head coach ALL STAR GAME per Scott

Insomma, due tipi qualunque....



dai mighty che sai benissimo che un conto è giocare e uno allenare, non fare il bastian contrario a priori :lol2:
fosse così semplice jordan sarebbe il miglior presidente di società al mondo e non uno dei più incocludenti e imcompetenti :banana: ( lo rivaluto solo perchè ha firmato il grandissimo psycho t)
e comunque dire che chiunque può allenare in nba non vuol dire che quel chiunque deve per forza essere scarso ma di sicuro quel chiunque può non aver ancora dimostrato nulla e può non esserselo minimamente meritato
SBRUFFONAGGINE PER BARGNANI NR 1

Avatar utente
mighty
the mirror climber
Messaggi: 5522
Iscritto il: 11/11/2007, 0:17

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda mighty » 09/08/2015, 14:50

Insomma Kerr ha preso in mano una squadra che faceva ridere e la ha portata all'anello...tutto culo? Tutto merito di Gentry? Magari...
"In da hood non ne esci vivo" (cit.)

skip to my lou
All Star Game
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/12/2008, 20:02

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda skip to my lou » 09/08/2015, 15:45

mighty ha scritto:Insomma Kerr ha preso in mano una squadra che faceva ridere e la ha portata all'anello...tutto culo? Tutto merito di Gentry? Magari...



no, ha preso in mano un'ottima squadra, ben allenata (ottimo marc jackson) e con uno schena di gioco già ben collaudato (soprattutto in difesa dove kerr ha vissuto di rendita)
ha sicuramente avuto culo (fondamentale per tutti i vincitori, sempre. certo è che ai cavs si è infortunato anche il medico a forza di curare gli infortunati), ha di sicuro avuto una buona mano da un vecchio volpone come gentry e altrettanto sicuramente ci ha messo del suo dimostrandosi un valido allenatore (che migliorerà ancora vista la sua intelligenza).
ciò non toglie che prima di prendere sta squadra il buon kerr a livello di coach era un signor nessuno a cui hanno affidato una corazzata senza nessun merito effettivo e senza aver mai dimostrato nulla al di la di una vcerta confusione a livello dirigenziale ai suns.
SBRUFFONAGGINE PER BARGNANI NR 1

Avatar utente
mighty
the mirror climber
Messaggi: 5522
Iscritto il: 11/11/2007, 0:17

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda mighty » 09/08/2015, 16:20

Capisco il punto che vuoi sottolineare ma non tutti passano per la gavetta...non e' che puoi aspettarti che gente come Kerr o Kidd inizino facendo i video coordinator...

diciamo poi che il lavoro dell'head coach non e' tanto il saper allenare in quanto il vero lavoro in palestra lo fanno gli assistant...serve gente con ottime doti manageriali, di gestione del gruppo e che sappia ottenere in fretta il rispetto dei giocatori...
"In da hood non ne esci vivo" (cit.)

Avatar utente
wisconsin
Most Valuable Player
Messaggi: 2516
Iscritto il: 18/07/2010, 21:29
NBA Team: italiani + timberwolves
Località: Hudson, Wisconsin (fu Genova)

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda wisconsin » 09/08/2015, 16:55

mighty ha scritto:Capisco il punto che vuoi sottolineare ma non tutti passano per la gavetta...non e' che puoi aspettarti che gente come Kerr o Kidd inizino facendo i video coordinator...

diciamo poi che il lavoro dell'head coach non e' tanto il saper allenare in quanto il vero lavoro in palestra lo fanno gli assistant...serve gente con ottime doti manageriali, di gestione del gruppo e che sappia ottenere in fretta il rispetto dei giocatori...


quotissimo.
Aggiungerei che deve saper dare il giusto indirizzo alla squadra e allo staff tecnico, e allo stesso tempo essere "umile" abbastanza da accettare gli input degli assistenti.
"Rigore e' quando arbitro fischia!" Vujadin Boskov

MPM #9

skip to my lou
All Star Game
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/12/2008, 20:02

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda skip to my lou » 09/08/2015, 17:15

mighty ha scritto:Capisco il punto che vuoi sottolineare ma non tutti passano per la gavetta...non e' che puoi aspettarti che gente come Kerr o Kidd inizino facendo i video coordinator...

diciamo poi che il lavoro dell'head coach non e' tanto il saper allenare in quanto il vero lavoro in palestra lo fanno gli assistant...serve gente con ottime doti manageriali, di gestione del gruppo e che sappia ottenere in fretta il rispetto dei giocatori...



perfetto, d'accordissimo.
quindi converrai anche tu che thibs non ha nessuna di queste qualità
SBRUFFONAGGINE PER BARGNANI NR 1

Avatar utente
Mikele
Most Valuable Player
Messaggi: 2127
Iscritto il: 06/12/2013, 16:52
NBA Team: NY Knicks per ora

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda Mikele » 09/08/2015, 17:59

mighty ha scritto:Insomma Kerr ha preso in mano una squadra che faceva ridere e la ha portata all'anello...tutto culo? Tutto merito di Gentry? Magari...


47 vittorie e poi 51
Io non direi che facesse proprio ridere

Sulla facenda del culo ai PO invce un attimino si può discutere
Memphis,Houston e poi Cleveland
A tutte e tre si è rotto il play titolare

Ovvio che Curry debba dannarsi un attimino di meno
16.2.2014
viewtopic.php?f=16&t=2578&start=1605
Mikele ha scritto:Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare
E Belinelli smette



Resistenza Azzurra #1

Avatar utente
serpico
Most Valuable Player
Messaggi: 2386
Iscritto il: 02/01/2009, 12:48

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda serpico » 10/08/2015, 1:58

skip to my lou ha scritto:converrai anche tu che thibs non ha nessuna di queste qualità



Non voglio fare polemica, ma francamente si sta esagerando.

Questa – è vero – è stata una stagione disgraziata (in cui comunque si è raggiunto il massimo), ma analizziamo un attimo la storia di Thib ai Bulls, il miglior quinquennio di sempre dopo quello di Phil Jackson, con il giocatore simbolo out in più del 50% delle gare. Che i giocatori lo seguissero al 100% è dimostrato dal fatto che tutte le stagioni sotto Thib, i Bulls hanno avuto un inconfondibile marchio di fabbrica: unione di intenti, sacrificio, umiltà e , ovviamente, difesa, tutti elementi di cui Noah è stato un po’ l’emblema e il simbolo (anche lui male quest’anno, ma quanto è migliorato negli anni sotto la guida di Thib?). La difesa sul Pick’n Roll, l’Help the helper e lo Shrink the floor (citazione tranquilliana) sono stati i cardini di una squadra che ha costituito un punto di riferimento della Lega in termini di solidità e capacità difensiva.

Nella versione 2014-15 dei Chicago Bulls qualcosa non è andato. Problemi con i giocatori? Assolutamente non il problema principale, ne aveva forse avuti di più in passato con Boozer e sappiamo che genere di (non) difensore fosse (veniva regolarmente pinato nel quarto quarto a favore di Gibson).

Basta leggersi un po’ di Frank Isola, la crisi di quest’anno è assolutamente imputabile ai rapporti ormai deteriorati con il Front Office (leggasi John Paxson e Gar Forman). Thib è uno spiccio, che non ha mai coltivato troppo i rapporti con la dirigenza e questo è sicuramente un suo difetto. Non è un mistero però che avrebbe voluto maggior peso nelle scelte relative ai giocatori e sullo staff. La questione parte da lontano e va ben oltre il caso più clamoroso del 2012 in cui gli è stato rifiutato alla 29 Draymond Green, da lui espressamente richiesto, a favore di Teague (che geni). La decisione di Forman di licenziare Ron Adams, uno degli assistenti più fidati di Thib (ora è ai Warriors, da Kerr…), o il tentativo di imporgli nello staff Doug Collins, sono solo alcuni dei fulgidi esempi di sistematica destabilizzazione.

Insomma, giusto il divorzio, giusto lasciarsi, i rapporti ormai erano deteriorati e irrecuperabili. Ma questo non può rendere dimentichi del buonissimo lavoro svolto da Thib in questi anni.

E intanto, Paxson, che sosteneva che i Bulls avrebbero dovuto battere Cleveland e vincere il titolo, ha già iniziato a mettere le mani avanti parlando di “poco aspettative” e “sviluppo dei giocatori” come obiettivo principale per l'anno venturo. Ecco, credo che qualcuno si accorgerà presto di quanto fosse importante Thib.
“CHIUNQUE può sedersi su una panca della NBA” :lol:

Avatar utente
mighty
the mirror climber
Messaggi: 5522
Iscritto il: 11/11/2007, 0:17

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda mighty » 10/08/2015, 11:28

"In da hood non ne esci vivo" (cit.)

skip to my lou
All Star Game
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/12/2008, 20:02

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda skip to my lou » 10/08/2015, 12:39

mighty ha scritto:http://www.denverstiffs.com/2015/7/26/9041947/my-personal-journey-through-analytics

Basta.


mi sembra che dica le stesse cose che andiamo ripetendo da un po'..statistiche importantissime ma non possono dire tutto di un giocatore o di una squadra.troppe variabili.
SBRUFFONAGGINE PER BARGNANI NR 1

skip to my lou
All Star Game
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/12/2008, 20:02

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda skip to my lou » 10/08/2015, 12:41

serpico ha scritto:
skip to my lou ha scritto:converrai anche tu che thibs non ha nessuna di queste qualità



Non voglio fare polemica, ma francamente si sta esagerando.

Questa – è vero – è stata una stagione disgraziata (in cui comunque si è raggiunto il massimo), ma analizziamo un attimo la storia di Thib ai Bulls, il miglior quinquennio di sempre dopo quello di Phil Jackson, con il giocatore simbolo out in più del 50% delle gare. Che i giocatori lo seguissero al 100% è dimostrato dal fatto che tutte le stagioni sotto Thib, i Bulls hanno avuto un inconfondibile marchio di fabbrica: unione di intenti, sacrificio, umiltà e , ovviamente, difesa, tutti elementi di cui Noah è stato un po’ l’emblema e il simbolo (anche lui male quest’anno, ma quanto è migliorato negli anni sotto la guida di Thib?). La difesa sul Pick’n Roll, l’Help the helper e lo Shrink the floor (citazione tranquilliana) sono stati i cardini di una squadra che ha costituito un punto di riferimento della Lega in termini di solidità e capacità difensiva.

Nella versione 2014-15 dei Chicago Bulls qualcosa non è andato. Problemi con i giocatori? Assolutamente non il problema principale, ne aveva forse avuti di più in passato con Boozer e sappiamo che genere di (non) difensore fosse (veniva regolarmente pinato nel quarto quarto a favore di Gibson).

Basta leggersi un po’ di Frank Isola, la crisi di quest’anno è assolutamente imputabile ai rapporti ormai deteriorati con il Front Office (leggasi John Paxson e Gar Forman). Thib è uno spiccio, che non ha mai coltivato troppo i rapporti con la dirigenza e questo è sicuramente un suo difetto. Non è un mistero però che avrebbe voluto maggior peso nelle scelte relative ai giocatori e sullo staff. La questione parte da lontano e va ben oltre il caso più clamoroso del 2012 in cui gli è stato rifiutato alla 29 Draymond Green, da lui espressamente richiesto, a favore di Teague (che geni). La decisione di Forman di licenziare Ron Adams, uno degli assistenti più fidati di Thib (ora è ai Warriors, da Kerr…), o il tentativo di imporgli nello staff Doug Collins, sono solo alcuni dei fulgidi esempi di sistematica destabilizzazione.

Insomma, giusto il divorzio, giusto lasciarsi, i rapporti ormai erano deteriorati e irrecuperabili. Ma questo non può rendere dimentichi del buonissimo lavoro svolto da Thib in questi anni.

E intanto, Paxson, che sosteneva che i Bulls avrebbero dovuto battere Cleveland e vincere il titolo, ha già iniziato a mettere le mani avanti parlando di “poco aspettative” e “sviluppo dei giocatori” come obiettivo principale per l'anno venturo. Ecco, credo che qualcuno si accorgerà presto di quanto fosse importante Thib.



tutto questo fa a pugni con quanto detto da mighty

"diciamo poi che il lavoro dell'head coach non e' tanto il saper allenare in quanto il vero lavoro in palestra lo fanno gli assistant...serve gente con ottime doti manageriali, di gestione del gruppo e che sappia ottenere in fretta il rispetto dei giocatori..."

questo a thibs manca. completamente

poi concordo con te che si accorgeranno presto che c'è di molto peggio rispetto a thibs.. e hoiberg ne è l'esempio.
SBRUFFONAGGINE PER BARGNANI NR 1

Avatar utente
wisconsin
Most Valuable Player
Messaggi: 2516
Iscritto il: 18/07/2010, 21:29
NBA Team: italiani + timberwolves
Località: Hudson, Wisconsin (fu Genova)

Re: Stats - Quando l'NBA dà i numeri

Messaggioda wisconsin » 22/01/2016, 3:25

Stan Van Gundy on analytics suggesting hacking is viable ploy: “They think it’s all about numbers and they think we’re playing video games."

Come non dargli ragione?
"Rigore e' quando arbitro fischia!" Vujadin Boskov

MPM #9


Torna a “Altre squadre NBA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti