New Orleans Hornets stagione 2010/11

Dopo le brutte esperienze in California e in Canada, Marco ricomincia da NOLA.
Avatar utente
Panzer
Moderatore
Messaggi: 2351
Iscritto il: 14/03/2007, 4:27
NBA Team: L.A. Lakers
Località: Ancona

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda Panzer » 30/11/2010, 1:50

... ha scritto:P.S.M.Williams ha sicuramente sbagliato ma ciò non può mettere in ombra quanto fatto finora...


Ma credo che nessuno pensi questo.Semplicemente per quanto bravo sia ancora l'esperienza manca e qualche "cavolata" può venir fuori di tanto in tanto.Ma almeno fino a questo momento i suoi meriti sono di gran lunga superiori ai demeriti...
Se non credi in te stesso scordati che qualcuno lo faccia per te (Kobe Bryant)

Avatar utente
...
Free Agent!
Messaggi: 448
Iscritto il: 12/06/2010, 15:24

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda ... » 30/11/2010, 2:31

Panzer ha scritto:Ma credo che nessuno pensi questo.Semplicemente per quanto bravo sia ancora l'esperienza manca e qualche "cavolata" può venir fuori di tanto in tanto.Ma almeno fino a questo momento i suoi meriti sono di gran lunga superiori ai demeriti...


Q.
RESISTENZA:MAI PIù MIA LA STRONZA IN NAZIONALE[RISULTATO CONSEGUITO]
RESISTENZA:MANCINELLI STATTI A CASA
RESISTENZA:CUSIN DATTI ALL'IPPICA

Jeeves
Superstar NBA
Messaggi: 907
Iscritto il: 21/10/2010, 9:22

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda Jeeves » 01/12/2010, 15:16

Vedendo i Lakers che ne perdono tre di fila ci si rende conto di come tutte le squadre abbiano dei periodi in cui perdono di brillantezza, in base al tipo di preparazione effettuata.
Quindi, pensando agli hornets e al nostro marcolino, non ci resta che stare calmi, limitare i danni e sperare di tornare presto al livello di forma di inizio stagione.
RESISTENZA BELINELLI N. 15

Avatar utente
Jurking
Inviato speciale all'ACC
Messaggi: 792
Iscritto il: 21/08/2009, 16:58
Località: Settimo Torinese

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda Jurking » 03/01/2011, 1:02

Dopo 34 partite, la classifica ad Ovest dice Hornets al 6° posto (e con margine) appaiati ai Nuggets, e dopo la chiusura del 2010 direi che si può tracciare un bilancio della prima parte di stagione - cosa che cercherò di fare anche per le altre due squadre.

Lo staff
Dell Demps: 7,5
E' arrivato in una situazione tremenda, con l'incertezza del recupero di Paul e la sua richiesta di trasferimento, l'annata disastrosa di Okafor, le voci sullo spostamento della franchigia e senza un effettivo padrone che sborsasse i soldi. Tenendo conto di questo contesto è riuscito comunque a formare una squadra da 20-14, direi un risultato clamoroso. Lo scambio Belinelli - Wright è stato da ergastolo, sostanzialmente equilibrata la trade che ha coinvolto Bayless, ma secondo me da Stojakovic si sarebbe potuto e dovuto ricavare di più. Ha tirato su un reparto piccoli convincente, nulla di trascendentale ma comunque solido, però entro la scadenza deve assolutamente dare una rattoppata al reparto lunghi.
Proposito per il 2011: portare a casa qualcuno più affidabile di DJ Mbenga.

Monty Williams: 8
L'inizio di stagione è stato qualcosa di sfavillante, quasi magico. Gli Hornets giocavano di gran lunga la pallacanestro migliore della lega sia in difesa che in attacco, la gestione dei cambi era perfetta, ha resuscitato Okafor e Belinelli, e ottenuto il massimo da giocatori come Smith che finora non avevano certo brillato. Poi è cominciata la crisi di risultati, specialmente in trasferta, quando le squadre hanno cominciato a prendere dei provvedimenti contro questi qui che non volevano saperne di perdere e di concedere più di 100 punti a partita. Ecco qui sono subentrate le prime crepe, insieme alle distrazioni esterne (tante): quando alcuni giocatori sono calati sia fisicamente che come rendimento, ci ha messo diverso tempo a trovare dei rimedi adeguati. Va bene così, è pur sempre un rookie coach, e direi che finora tanto di cappello a lui e al suo staff.
Proposito per il 2011: ampliare un po' il suo playbook, abbastanza scarno per ora.

Gli starters
Chris Paul: 7.5
Ha un piedi fuori dalla Louisiana, e se la franchigia dovesse spostarsi ne avrebbe due, considerando che una delle poche ragioni per rimanere a New Orleans sarebbe il suo profondo legame con tutta la comunità. In campo è lo specchio della squadra, è stato SONTUOSO nelle prime 10-15 partite, e poi è arrivato un brusco calo di rendimento nonostante il suo minutaggio fosse stato gestito in maniera a dir poco perfetta. L'infortunio sembra alle spalle del tutto, non così si può dire della sua voglia di cambiare aria. A differenza però di tante altre "stelle" lui si sta dimostrando un professionista serio e continua a trovare i compagni con una facilità disarmante piuttosto che tentare sempre di vincere da solo. Come dice Charles, questa squadra dove va lui, e per ora sembra che il buon CP3 abbia voglia di correre lontano con la maglia Hornets se Demps gli metterà una buona squadra alle spalle. Intendo, migliore di questa.
Proposito per il 2011: continuare a credere nei suoi compagni, ma sopratutto cominciare a difendere forte.

Marco Belinelli: 7.5
Sorpresa di stagione, niente da dire. E' partito alla grande già dalla preseason nonostante non si fosse praticamente fermato dall'avventura azzurra. Giocare con CP3 è un'altra roba, è vero, ma il buon Marco si è dannato l'anima in questi primi 2-3 mesi a NOLA e i risultati si vedono. Il jumper soprattutto fino a una ventina di giorni fa entrava che era un piacere, la difesa è diventata quasi la sua arma vincente e si è anche fatto notare in alcune occasioni per colpi importanti nei finali di partita. Lo shooting slump recente non lo ha penalizzato più di tanto, segno che gode di tanta fiducia e che comunque in allenamento lavora sempre bene. Questo doveva fare e questo sta facendo.
Proposito per il 2011: tornare a metter dentro i tiri piedi per terra, e lavorare sulle penetrazioni.

Trevor Ariza: 7-
Ho sempre detto dalle prime partite che se Ariza avesse pulito le percentuali sarebbe stato il furto dell'anno, e purtroppo ancora non ci è riuscito. La partita di Washington è un inizio, ma non si può dimenticare tutto quanto di pessimo ha fatto durante il momento difficile di questa squadra. Come non si può dimenticare tutto quanto di eccelso abbia fatto nel momento migliore di questa squadra. Prima ancora di West, Ariza è il secondo fattore dell'andamento degli Hornets dietro a Paul, perchè se vogliono fare qualcosa di buono lì in Louisiana hanno bisogno come il pane di questa testa indecifrabile.
Proposito per il 2011: capire a fondo i propri punti di forza in attacco e sfruttare solo quelli, continuando a difendere come sa.

David West: 7-
Lo stesso voto di Ariza se lo prende perchè anche lui, dopo un inizio scintillante, non ha saputo trovare il modo di rendersi "grande" quando la squadra è andata in difficoltà e le difese han cominciato a capire che il gioco a 2 tra lui e Paul stava diventando mortifero. Lo condanno perchè a differenza di Ariza lui avrebbe tutto il talento in attacco per variare le proprie soluzioni e non intestardirsi con scelte forzate e destinate a fallire, ma troppo spesso questo non è successo e dal tuo "n.2" è lecito aspettarsi ben di più. Resta comunque il fatto che questa sia una delle sue migliori stagioni negli ultimi anni e non si può negare che la sua mentalità sia quella giusta sia quando si vince sia quando si perde.
Proposito per il 2011: una forzatura in meno e uno scarico in più. Due sarebbero l'ideale, ma credo che anche solo così gli Hornets avrebbero 3-4 win in più adesso.

Emeka Okafor: 7.5
L'altra sorpresa di stagione insieme a Belinelli. Monty lo ha rigenerato dopo un anno disastroso e lui ha risposto mettendoci una voglia e una grinta che non gli avevo mai visto. In 34 partite non ho mai pensato di lui "non ha voglia stasera" e sappiamo tutti quanto sia difficile mantenere voglia e cattiveria agonistica così a lungo. Il buon Emeka c'è sempre, nonostante il talento offensivo sia limitato, si muove sempre benissimo in difesa mascherando bene le volte in cui gli esterni (Paul su tutti) si fanno saltare. Sta diventando uno dei miei giocatori preferiti proprio per tutti questi motivi, e deve continuare così e basta. Ormai è arrivato, non ha più margini di miglioramento, quindi piuttosto che ampliare il proprio gioco deve perfezionare quello che ha già. Bravo.
Proposito per il 2011: continuare a dare l'anima.

La panchina
Willie Green: 7
Non può e non deve essere il sesto uomo di una squadra da titolo, e credo neanche di una che punti alla finale di conference. Ma si è dimostrato solido tutto l'anno, ha sbagliato poche partite ed è comunque uno di quelli su cui puoi fare affidamento. Ecco non sono ancora ben riuscito a capire cosa vogliano da lui, come vogliano che giochi quando entra in campo. A volte fa il play, a volte fa il Belinelli della seconda truppa, a volte semplicemente tiene la palla in mano per tutta l'azione senza sapere cosa fare. Credo che sia ora di dargli un ruolo ben definito, ma finora direi che è oro colato quello che ha dato alla causa.
Proposito per il 2011: imparare qualcosina da Paul sulla visione di gioco, e come menzione speciale gli auguro tutto il bene possibile dopo la tragedia che lo ha colpito.

Marcus Thornton: 4
Se Paul ha un piede fuori da New Orleans lui ne ha uno è mezzo, non ho mai visto un giocatore cadere in "disgrazia" così rapidamente nella sua squadra dopo un anno strepitoso. Che in stagione non stia difendendo bene è palese, ma per essere finito così a lungo sulla stessa panchina di gente come Gray e DJ Mbenga mi chiedo che diavolo di atteggiamento avesse in allenamento a inizio anno. Ha avuto qualche lampo di qualità nell'ultimo mese ma poi è tornato a sparacchiare senza ritegno, dovrebbe essere lui il 6° uomo per New Orleans ma ha fallito clamorosamente finora. Credo però che nonostante tutto questo sia l'unica pedina dalla quale si possa ricavare un lungo decente da metter dietro a West e Okafor e se sarà ceduto dovrà biasimare solo sè stesso, dato che era nella situazione ideale per "esplodere". Un Thornton come quello dell'anno scorso dovrebbe mangiare in testa a uno come il Beli, per quanto io gli voglia bene.
Proposito per il 2011: se non sarà ceduto, fare tutto quello che non ha fatto da inizio stagione.

Jarrett Jack: 5.5
E' arrivato da poco, da una squadra perdente e priva di qualsiasi tipo di schemi (soprattutto difensivi) e gerarchie: per questo prende mezzo voto in più come attenuante. Ma è un mangiapalloni fastidioso, non ha o non vuole avere una visione di gioco decente e non può pensare solo di salvarsi perchè ha le palle - e le ha davvero - nei momenti caldi delicati delle partite. Confusionario anche su sè stesso, perchè se capisse che è uno dei migliori play quando si tratta di saltare l'uomo e usasse la sua ottima capacità di rompere le difese per regalare tiri comodi ai compagni diventerebbe il back-up ideale per una squadra da titolo. Non dico che potrebbe essere un Nash o un CP3 se lo volesse, ma di sicuro non questa guardia caotica e urticante che è ora.
Proposito per il 2011: come per Green, ma a maggior ragione, imparare qualcosa da CP3 in termini di visione di gioco.

Quincy Pondexter: 6
Di stima. Fa sempre il suo compitino quando viene chiamato in causa, non depone però a suo favore il fatto che spesso piuttosto che far giocare lui si metta Marco da 3. Non è il suo anno, e credo che non lo sarà nemmeno il prossimo, ma se avrà pazienza di lavorare bene e con costanza potrà diventare un role-player non male. Ecco forse iniziare la stagione da rookie travestendosi da donna non è stata la cosa migliore del mondo :lol:
Proposito per il 2011: lavoro, lavoro, lavoro.

Jason Smith: 6.5
Se avesse continuato a rendere anche solo il 50% di come ha reso nelle prime 15 partite sarebbe stato da 8 pieno e commozione per il suo arrivo in cambio di praticamente nulla. Purtroppo però come il suo compare a cui da il cambio non è riuscito a trovare aggiustamenti degni di nota quando il jumper fuori dal pitturato non gli entra o più semplicemente quando le difese gli restringono il raggio d'azione ora che lo conoscono. Ma è giovane, sembra avere un buon atteggiamento ed è in una panchina che è guidata da gente che non è esattamente brava ad esaltare gli altri compagni in campo. Insomma, sta lì a metà in attesa che si capisca veramente quali sono le sue doti e i suoi margini di miglioramento.
Proposito per il 2011: curare l'allergia al pitturato e farsi crescere la barba, sempra ancora in piena pubertà :lol:

DJ Mbenga: 6
E' orrido, un mestierante di terza categoria che non ha ragione di stare in NBA e non è colpa sua se quando entra è spesso dannoso. Può essere un discreto rimbalzista, ma per il resto è totalmente nullo. Non sa portare blocchi decenti, non sa giocare il pick'n'roll perchè fondamentalmente non sa rollare (o meglio credo che lo sappia ma non con lo stesso significato), non è reattivo nella difesa in aiuto ed è scadente nella difesa a uomo. Ha una buona attitudine al rimbalzo, appunto, ma finisce lì. E a gente così non puoi che dare 6 perchè non è colpa loro se giocano ad un livello che non c'entra niente con le proprie qualità.
Proposito per il 2011: essere rimpiazzato da un centro almeno decente.

Tutti gli altri onestamente non meritano una valutazione e non c'è nulla da dire, se non che io piuttosto che far giocare Mbenga metterei Banks come centro.

In conclusione: record di 20-14, ottimo sistema difensivo e nessun giocatore del quale si possa dire "ha un pessimo atteggiamento". La situazione in cui giocano, allenano e dirigono la società i soggetti sopracitati è quella che è, per cui bisogna cercare di stare uniti fino a fine anno e dare il 120% se si vuole arrivare a qualcosa di importante. Forse è un'eresia, ma il 120% questi qui li può portare alla finale di Conference secondo me, soprattutto se sulla strada non si trovano gli Spurs (non per il record degli Spurs, ma perchè a livello di gioco credo che nei playoffs potrebbero essere la loro criptonite su tutti e 5 i ruoli).

Way to go, Hornets!
RESISTENZA BELINELLI N.7

Avatar utente
Saba88
Most Valuable Player
Messaggi: 4012
Iscritto il: 09/07/2010, 22:51
NBA Team: Lakers
Località: Balsorano

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda Saba88 » 03/01/2011, 1:40

Bellissima Analisi Jurking. :approved:
Resistenza Belinelli N° 4

Erlick Khan
Preseason
Messaggi: 72
Iscritto il: 02/11/2009, 23:14

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda Erlick Khan » 03/01/2011, 2:19

Sono essenzialmente d'accordo con le valutazioni fatte sui singoli ma non sono altrettanto ottimista.
Secondo me ai PO (se li raggiungono, ma penso di si) questi rischiano di arrivare distrutti perchè i titolari hanno minutaggi esorbitanti e dalla panchina non escono degni sostituti.
Ogni volta che li vedo in campo penso che giochino in 5 visto che i panchinari, tolti Green e Smith, fanno pena.
World B. Free
Metta World Peace

Avatar utente
sundance
Free Agent!
Messaggi: 407
Iscritto il: 12/07/2010, 2:41

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda sundance » 03/01/2011, 4:28

Saba88 ha scritto:Bellissima Analisi Jurking. :approved:
wholeheartedly :approved:

Like you, I love Emeka. He doesn't ever foul unnecessarily and knows his limitations both offensively and defensively. He should continue to work on his FTs.

As for Marco, these are uncharted waters for him in terms of minutes played. I would hope that he continues to work on his strength, so he doesn't wear down in the second half of the season.
RESISTANCE Belinelli N ° 13

Hip hip, Jorge!

Avatar utente
Charles
Most Valuable Player
Messaggi: 3311
Iscritto il: 14/03/2007, 0:15
NBA Team: Jazz - Wolves - Clippers
Località: San Donà di Piave (Ve) / Padova
Contatta:

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda Charles » 03/01/2011, 13:57

Jurking ha scritto:DJ Mbenga: 6
E' orrido, un mestierante di terza categoria che non ha ragione di stare in NBA e non è colpa sua se quando entra è spesso dannoso. Può essere un discreto rimbalzista, ma per il resto è totalmente nullo. Non sa portare blocchi decenti, non sa giocare il pick'n'roll perchè fondamentalmente non sa rollare (o meglio credo che lo sappia ma non con lo stesso significato), non è reattivo nella difesa in aiuto ed è scadente nella difesa a uomo. Ha una buona attitudine al rimbalzo, appunto, ma finisce lì. E a gente così non puoi che dare 6 perchè non è colpa loro se giocano ad un livello che non c'entra niente con le proprie qualità.
Proposito per il 2011: essere rimpiazzato da un centro almeno decente.


:lol2: :lol2:


Bel post, ottima analisi,.. Congrats :approved:
Do you believe in miracles?? (Federico Buffa)

Avatar utente
REDDEN
NBA Legend
Messaggi: 7392
Iscritto il: 26/04/2007, 22:53
Località: roma

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda REDDEN » 03/01/2011, 18:38

d'accordo..che poi si discute paul che non è quello dell'inizio poi vai a vedere i numeri: i punti li mette e ha percentuali da centro...è prima per le rubate,secondi negli assist e tra i primi 3 nei liberi e secondo tutti noi non sta al massimo.. :)
RESISTENZA BELINELLI N.0

THE PRESIDENT



RESISTENZA GENTILINO N.0

BELINELLI 3POINTS CONTEST CHAMPION 2014

Avatar utente
Rickett
Most Valuable Player
Messaggi: 3306
Iscritto il: 06/07/2008, 17:01

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda Rickett » 03/01/2011, 18:59

5.5 a Jack ? :lol:

Matt_11
Superstar NBA
Messaggi: 865
Iscritto il: 06/07/2010, 19:50

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda Matt_11 » 03/01/2011, 21:36

infatti è troppo... direi non oltre 4, da divedere tra toronto (2) e NOH (2)
RESISTENZA BELINELLI n° 11

Pagelle di Max, 31.3.2011
MOSE' CALDERON 6,5:
è andato sul monte Sinai per ricevere le tavole di Triano.
poi è sceso e le ha buttate via perché c'erano scritte solo cazzate.
ha fatto bene.

Avatar utente
Patavino
NBA Legend
Messaggi: 7377
Iscritto il: 08/06/2008, 0:23
Località: Patavium

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda Patavino » 03/01/2011, 21:43

Matt_11 ha scritto:infatti è troppo... direi non oltre 4, da divedere tra toronto (2) e NOH (2)

:lol:

Avatar utente
berrydiberryville
All Star Game
Messaggi: 1136
Iscritto il: 18/01/2011, 22:35
Località: MILANO

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda berrydiberryville » 24/01/2011, 0:05

buongiorno,

lo premetto: non seguo new orleans, però ieri dopo la sconfitta dei kncics ero troppo incaz***** con felton cosi mi son detto: fammi vedere il paul!!!

ricordo che l'atra occasione era stata nella prima parte di stagione, quando pure batterono, mi sembra, proprio gli spurs.

non ho visto il momento di flessione di paul, ho visto quello di ieri:
SONTUOSO oltre ogni immaginazione.
TOTALITARIO nella gestione del gioco, i compagni praticamente lo temono :lol2: ,lo si vede dall'atteggiamento in campo.

però la squadra che a novembre ho visto non mi era piaciuta, veramente era paul dipendente e perciò nojosa.

ma ieri che diavolo(the heck) ho visto??? gli spurs spazzati via!!!
veramente mi stavo esaltando.

tanto che ho deciso pure io di fare qualche piccola nota proprio partendo
dalla tua analisi Jurking e quello che dicevano i commentatori.

per tutta la partita era un "very impressive, very impressive!"!
e davvero lo era, come uno che non sembra credere a quello che vede.

praticamente secondo i commentatori il problema era che il tiro da 3 di Ariza e Thornton non andava a segno e all'improvviso ha cominciato a entrare "divinamente".

io non so perchè, forse prima non c'era: ma quei tiri da tre non sono arrivati solo per cp3! ma dal LAVORO COLLETTIVO di passaggi, che aveva un qualcosa di spursiano! una sinfonia di passaggi! da parte di tutti compreso il BELI.

e dietro? sono delle BELVE!! dominanza OKAFOR! infatti proprio ieri mi chiedevo come mai uno così non venga mai nominato nei talk show e nelle analisi...grazie Jurking delle delucidazioni.

sono curioso di vedere la prossima per vedere se è stato un caso e se veramente cp3 ha contaggiato una intera squadra!

si dice che tutto è iniziato con quel +40 su atlanta ma ieri è stato per lunghi tratti un +30 e +20 finale!

ossignori! CHRIS PAUUUUUUUUUL!!!

MoMe
Preseason
Messaggi: 80
Iscritto il: 19/01/2011, 19:23

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda MoMe » 25/01/2011, 16:06

complimenti a questi Hornets, sinceramente anche con quell'ottimo inizio di campionato non gli davo molto credito...pensavo al classico fuoco di paglia, invece mi stannoo sorprendendo...se si piazzano nelle prime 4 possono anche ambire a superare il 1° turno...

dopo sta gufata 3-12 nelle prox 15 e addio PO :lol:

Avatar utente
Saba88
Most Valuable Player
Messaggi: 4012
Iscritto il: 09/07/2010, 22:51
NBA Team: Lakers
Località: Balsorano

Re: New Orleans Hornets stagione 2010/11

Messaggioda Saba88 » 27/01/2011, 0:18

NON SO DOVE SCRIVERLA QUINDI LA RIPORTO QUI:

Probabilmente in molti già conosceranno la commovente storia di Chris Paul, il playmaker dei New Orleans Hornets originario del North Carolina, terra di pallacanestro se ce n’è una. Ma per quelli che non la conoscono, vale la pena di raccontarla ancora una volta. Nell’anno da senior a West Forsyth High School, CP3 tenne una media di 30.8 punti, 9.5 assist, 5.9 rimbalzi e 6.0 recuperi, portando i suoi ad un record di 27-3. Ma la storia strappa lacrime è legata al suo incredibile legame col nonno materno, Nathaniel Jones. Il 14 novembre 2003 Chris annuncia che andrà a Wake Forest e per la famiglia è un giorno di festa; non lo è altrettanto il successivo, quando Paul riceve la tragica notizia che il nonno, 61 anni, è stato trovato ucciso alla sua stazione di servizio dopo un tentativo di rapina. E’ un colpo al cuore per Paul, che decide di onorare la memoria del nonno a suo modo: nella prima gara dopo la grave perdita, Chris realizza 61 punti, tanti quanti gli anni del nonno. Il record statale dei liceali, 66 punti, è ad un passo, ma arrivato a 61 Paul esce dal campo e scoppia in lacrime sorretto dai compagni. Che storia ragazzi, roba da Walt Disney!!



FONTE: www.basketcaffe.com
Resistenza Belinelli N° 4


Torna a “New Orleans Pelicans”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite